QUESTO PORTALE WEB UTILIZZA COOKIES TECNICI Ulteriori informazioni.

Ministero della pubblica amministrazione

logo

VISTA la Circ. Ministero della Salute n. 0014915-29/04/2020;

VISTO il PROTOCOLLO condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro, del 14 marzo 2020 e smi, Punto 12;

VISTO il DOCUMENTO TECNICO INAIL sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro ed alle misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica;

VISTO il PROTOCOLLO condiviso misure di contrasto Covid-19 del 24 aprile 2020;

VISTO il PROTOCOLLO sullo svolgimento degli ESAMI DI STATO 2019/2020;

VISTO il DPCM del 17.5.2020 recante le misure per il contenimento dell'emergenza epidemiologica da Covid-19 in vigore dal 18 maggio;

ACQUISITE le indicazioni del Medico Competente;

SENTITO il RSPP e il RLS;

 

Nelle more di specifiche, ulteriori o diverse indicazioni emanate dalle autorità competenti, con la presente il Datore di Lavoro informa tutti i lavoratori e le lavoratrici della necessità di segnalare eventuali situazioni di particolare fragilità di cui siano portatori e portatrici.  I lavoratori, informati, dovranno farsi parte attiva nel seguente modo:

  • segnalare il loro stato al Medico di Medicina Generale (MMG) che, a loro tutela, potrà giustificare un periodo di allontanamento tramite certificato di malattia;
  • nei casi in cui il MMG non prescriva (o non possa prescrivere) il periodo di malattia o se ritenga che non sussista una condizione di fragilità che giustifichi particolari misure restrittive, il Lavoratore può contattare personalmente (a mezzo mail o telefonicamente) il MC inviandogli via mail la documentazione comprovante la sua condizione o richiedendo una visita medica straordinaria, conferendo al MC in tal modo il consenso alle azioni successive che lo stesso dovrà mettere in atto per la sua tutela;

Si consideri che la “fragilità” è in genere dovuta a situazioni cliniche non correlabili all’attività professionale e di cui non sempre il MC è a conoscenza, perché il lavoratore non le ha riferite in occasione della vista preventiva o perché emerse tra una visita periodica e la successiva, senza che il lavoratore ne abbia messo al corrente il MC.

Si considerano soggetti “fragili” (art.26, comma 2 del DL. 17 marzo 2020 e art.3, comma 1, lett.b) DPCM 8 marzo 2020):

  • i lavoratori in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità (comma 3 articolo 3 L. 5 febbraio 1992, n.104), nonchè i lavoratori in possesso di certificazione rilasciata dai competenti organi medico legali, attestante una condizione di rischio derivante da immunodepressione o da esiti di patologie oncologiche o dallo svolgimento di relative terapie salvavita, sia assicurato un periodo di assenza dal servizio con copertura equiparata al ricovero ospedaliero (comma 1 articolo 3 L. 5 febbraio 1992, n.104);
  • i lavoratori affetti, in maniera cronica acuta, da:

- malattie cardiovascolari scompensate, malattie respiratorie, malattie dismetaboliche (diabete mellito tipo I e II scompensato), malattie neurologiche psichiatriche (sclerosi multipla, ictus, demenza, grave depressione, psicosi), malattie autoimmuni sistemiche (artrite reumatoide/psoriasica, lupus erimatoso sistemico, sclerodermia), malattie oncologiche (in fase attiva negli ultimi cinque anni e/o in chemio/radio terapia in atto)

- soggetti che abbiano oltre ad una età maggiore di 55 anni almeno due delle seguenti condizioni (che definiremo provvisoriamente “fattori accessori”): sesso maschile, forte e/o inveterato fumatore, obeso.

 

Per coloro i quali risulteranno in tale condizione, occorrerà valutare particolari misure di tutela quali, per esempio, lo “smart working” (ove possibile), le turnazioni ed altro, oppure l’allontanamento dal posto di lavoro che dovrebbe costituire l'ultima scelta da adottarsi solo quando le misure di contrasto e contenimento, sia quelle già in essere che quelle eventualmente implementate per singolo lavoratore fragile, non riescono a garantire un'adeguata protezione.

Il Medico Competente, una volta valutata la documentazione medico/sanitaria prodotta in allegato alla mail trasmessa e dopo eventuale visita medica straordinaria a richiesta del Lavoratore ai sensi dell’art. 41 comma 2 lettera c., esaminerà le eventuali fragilità presenti valutando se lo stato di salute delineato rappresenti una condizione da tutelare con maggiore attenzione e necessiti, dunque, di misure di prevenzione aggiuntive rispetto a quelle ordinariamente già messe in atto per tutto il personale della scuola o potrà esprimerà un giudizio di merito che potrà comportare anche una variazione provvisoria del Giudizio di Idoneità.

Il suindicato canale, finalizzato alla comunicazione con il Medico Competente, è concepito nel rispetto della normativa Privacy/GDPR.

Nell’invitare ad una lettura della normativa attinente all’oggetto, in parte richiamata in premessa, si evidenzia che il reintegro lavorativo di casi accertati di infezione da SARS-CoV-2 potrà avvenire con le seguenti modalità (C.M. Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria prot. 4915 del 29 aprile 2020):

  • nel caso in cui la sintomatologia sia da ascriversi a infezione da SARS-CoV-2 ed abbia determinato “ricovero ospedaliero”, previa certificazione di avvenuta negativizzazione da parte del Dipartimento di Prevenzione della ASL di riferimento e valutazione da parte del Medico Competente ai sensidell’art. 41 comma 2 lett. E-ter D. Lgs 81/08;
  • nel caso in cui la sintomatologia sia da ascriversi a infezione da SARS-CoV-2 ma non abbia determinato “ricovero ospedaliero”, esclusivamente previa certificazione di avvenuta negativizzazione da parte del Dipartimento di Prevenzione della ASL di riferimento (in questo caso il Legislatore non ritiene necessario la valutazione del Medico Competente).

Per quanto sopra esposto, il dipendente che ritiene di rientrare nella categoria di lavoratore fragile, ed intende avvalersi della c.d. sorveglianza sanitaria a cura del Medico Competente E’ TENUTO A:

  1. a) richiedere al proprio medico curante la certificazione della patologia con indicazione della terapia prescritta ed attualmente in corso, allegando, ove possibile, i referti di visite specialistiche che attestino le patologie oggetto della richiesta;
  2. b) reperire la certificazione di invalidità (qualora ottenuta), rilasciato dalla competente Commissione medica INPS;

Una volta in possesso della sopra elencata documentazione, il lavoratore deve comunicare per iscritto, entro il 05/09/2020, al Dirigente Scolastico la volontà di avvalersi della consulenza del Medico Competente ai fini della qualificazione di lavoratore fragile, indicando i propri riferimenti ove poter essere contattati (nominativo, numero di cellulare ed email) per poter concordare le modalità di invio della documentazione sanitaria.

Sarà cura dell’Ufficio di Segreteria, con le cautele imposte dalla tutela della privacy, tenere opportunamente monitorate queste richieste ed informare prontamente il Medico Competente che, tramite i riferimenti comunicati, darà avvio alla procedura di valutazione.

Infine, si precisa che il modulo di richiesta, allegato alla presente circolare, è anche reperibile sul sito della scuola nella sezione sicurezza.

Le presenti disposizioni sono suscettibili di modifiche e/o integrazioni, in ragione dell’evoluzione

dell’emergenza epidemiologica e delle relative indicazioni da parte delle competenti autorità.

 

La mail a cui inviare la richiesta e relativa certificazione medica entro il 05/09/2020 è:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

LA PRESENTE VALE COME NOTIFICA A TUTTI GLI EFFETTI

 

Il Dirigente Scolastico

Prof.ssa Sonia Fucito

(Documento firmato digitalmente ai sensi e per gli effetti del

Codice dell’Amministrazione Digitale e norme ad esso connesse)

 

URP

Istituto Comprensivo "I. Nievo"
Piazzale Europa 12
80073 Capri (NA)
Tel: 081 19518690
NAIC8AB007@istruzione.it
NAIC8AB007@pec.istruzione.it
Cod. Mecc. NAIC8AB007
Cod. Fisc. 82010050639
Fatt. Elett. UFKXIA